La famiglia della rosa

La famiglia della rosa

La rosa è una rosa,
ed è sempre stata una rosa.
Però la teoria adesso è un’altra
Una mela può essere una rosa,
Anche una pera, e così
Una prugna suppongo.
Non si sa
Cosa sarà la prossima rosa;
Tu, sicuramente, sei una rosa
Ma lo sei sempre stata.

Robert Lee Frost

***

Dal segnalibro/sottobicchiere della Libreria Masone e della Cantina Letteraria Versus (Benevento, 2002).
Scelta a cura di Francesca Miressi.

***

Robert Lee Frost (San Francisco, 26 marzo 1874 – Boston, 29 gennaio 1963) è stato un poeta statunitense. Nacque a San Francisco, figlio di Isabelle Moodie, scozzese, e William Prescott Frost, Jr., un discendente dei coloni che giunsero nel New Hampshire nel 1634. Frost visse in California fino all’età di 11 anni. Dopo la morte del padre si spostò, con la madre e la sorella, nel Massachusetts, presso la casa dei nonni paterni.
Si iscrisse al Dartmouth College nel 1892, e più tardi ad Harvard, ma non prese mai una laurea regolare.
Frost si dedicò a numerose occupazioni dopo aver lasciato la scuola, lavorando come insegnante, calzolaio ed editore dell’opera Sentinel di D. H. Lawrence.
La sua prima poesia, My Butterfly, fu pubblicata l’8 novembre del 1894, nel quotidiano The Independent.
Nel 1895, Frost sposò Elinor Miriam White, che diventò la più grande fonte d’ispirazione per le sue poesie fino alla sua morte, avvenuta nel 1938.
La coppia si trasferì in Inghilterra nel 1912, dopo il fallimento della loro fattoria. Fu all’estero che Frost incontrò e fu influenzato da numerosi poeti contemporanei britannici come Edward Thomas, Rupert Brooke e Robert Graves. Mentre si trovava in Inghilterra, Frost strinse amicizia con il poeta Ezra Pound, che lo aiutò a promuovere e pubblicare i suoi lavori.
Nel 1915, F. ritornò negli U.S.A., aveva già pubblicato 2 raccolte complete: A Boy’s Will e North of Boston, e la sua reputazione si affermò completamente. Negli anni ’20 fu il più celebre poeta in America, e con ogni nuovo libro la sua fama e i suoi onori (inclusi i suoi 4 premi Pulitzer per la Letteratura) crebbero.
Le sue opere sono principalmente associate alla vita ed ai paesaggi del New England; sebbene fosse un poeta che utilizzò forme e metrica tradizionali, rimase distaccato dai movimenti letterari e dalle mode del suo tempo. Robert Frost visse molti anni in Massachusetts e Vermont, e morì a Boston, nell’inverno del 1963. Fu uno dei poeti preferiti, oltre che amico personale, di John Fitzgerald Kennedy. (da wikipedia)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...