Non posso dirtelo (di Tullia Bartolini)

Non posso dirtelo

Quando diventammo nemici?
Smisi di fidarmi delle tue parole:
divennero pietre cave,
simboli bianchi.

Finita la parte
esaurito il ruolo,
concluse le vicende.

Allora ti dissi della casa vuota,
del silenzio nella culla,
della donna in fuga.

Quanta parte è rimasta
imprigionata alla realtà
tradita!

Non posso dirtelo,
ma l’ombra che
inseguiva la donna

ancora segue il passo,
e la culla vuota
s’è riempita di sole

e di radici.

Tullia Bartolini

2 risposte a “Non posso dirtelo (di Tullia Bartolini)

  1. Sono rimasto davvero colpito da questa poesia. Intensa e stilisticamente perfetta; leggo e rileggo compiaciuto dall’avere una concittadina così brava nella nobile arte della poesia.Mi farebbe piacere leggere una raccolta intera di Tullia. Magari su sua indicazione.

  2. Ti regalero’ ‘Limen’, se vuoi.
    Non so questa poesia sia perfetta (non lo è); non sono un’esperta di endecasillabi. Credo che si impari a scrivere leggendo, cercando di essere molto umili. Sono troppe – e sempre di più – le cose che non sappiamo. E’ un pezzetto della mia vita, che avevo messo sul mio blog e che Alessio ha voluto condividessi con voi. Grazie, Luigi. Spero presto di incontrarti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...