Notte di resistenza libraria e barattaria: arte ed economia del cittadino. Programma

Notte-resistenza-libraria barattaria-logoVenerdì, 5 luglio 2013, dalle ore 21.00 alle 2.00, presso il cortile della libreria indipendente Masone di Benevento, si svolgerà la “Notte di resistenza libraria e barattaria”, una lunga festa della cenaBaratto e del SoldoCorto che si pone come presidio anticrisi che consente di barattare/condividere cucina, arte ed esperienze, e di barattare/scambiare cibo, libri e altro.

Agevolando una cittadinanza artistica/economica non delegata, durante la Notte condotta da Nunzio Castaldi, i frequentatori delle librerie indipendenti e i consumatori responsabili si “baratteranno” emozioni da condividere, in quanto alterneranno, a ciclo continuo, estemporanee prestazioni artistiche agite in prima persona (poesie, musica, proiezioni di foto…), esperienze (scelte di vita e competenze) e soprattutto cibo cucinato perché il cambiamento passa tramite il cibo, l’autoproduzione, l’economia relazionale e la fruizione attiva delle arti.
Il baratto di altri beni, quelli materiali (libri e altri oggetti), è anche previsto ma al fine di agevolare condivisione emozionale, inclusione e partecipazione attiva, oltre che resistenza economica.

Occupandoci di baratto, ci soccorre il SoldoCorto, buono sconto locale che, utilizzabile anche per lo scambio di tempo tra cittadini, intende accorciare la relazione, oltre che tra consumatore ed esercente locale, anche tra gli stessi cittadini.

Intento della manifestazione è agevolare un’economia relazionale e un coinvolgimento responsabile ed esperienziale del fruitore artistico e del consumatore in un’azione di resistenza al sistema sovraterritoriale che sottrae identità, coesione e redditi ai cittadini e ai territori. Nel perseguire tutto questo, si otterrebbe una società globale capace di inclusione del vicino, coesione sociale, condivisione dei beni, redistribuzione del reddito, felicità diffusa.

Associazioni promotrici della manifestazione sono Art’Empori (cittadinanza artistica/economica non delegata), DopoGAS (GAS Arcobaleno), Distretto di EcoVicinanza (distretto di economia solidale e di arte inclusiva), LerkaMinerka (escursionismo naturalistico), Lipu Benevento, SerenaMente Onlus, bMagazine, Vivere con gioia (scambio di talenti senza passaggio di denaro), Benevento Longobarda, Emergency (gruppo AV-BN).

La manifestazione è promossa anche da alcuni artisti professionisti che parteciperanno con un loro contributo: “Bit arena” di Maurizio Chiantone e Enrico Pofi (Blucode LAP – live action performance, microsound per IPhone, IPod, loop machine, percussion, vocal); Peppe Barile, attore e mascheraro, mostrerà le sue maschere di cuoio e le racconterà attraverso testi di Italo Calvino (Dall’Opaco), di Pirandello (Uno nessuno e centomila) e Ernst Bloch (Tracce); Giosuè Zurzolo, attore teatrale, interverrà con  il breve monologo “Il bambino palloncino” di Francesco Silvestri.

Il lungo elenco delle attività previste durante la Notte prevede:

1. Una CenaBaratto dove alcuni (i cucinieri) propongono in baratto una pietanza, altri si propongono con interventi artistici e altri ancora partecipano versando una quota di 5 euro per coprire il vino da condividere (a cura di Peppe De Rienzo – giuseppe.derienzo2@tin.it ); da considerare che ogni venerdì sera, dopo la consegna del GAS Arcobaleno, si realizza una cenaBaratto dove ci si scambia cibo cucinato, esibizioni artistiche e saperi concreti;

2. Una Tavolata EcoVicina per cenabarattare e/o per assistere/proporre esibizioni, dove si è messi alla pari e in condivisione dall’essere seduti allo stesso tavolo;

3. Interventi artistici dei frequentatori delle librerie indipendenti che vorranno essere coautori della serata proponendo in baratto un’esibizione artistica (a cura di Mariapaola Bianchini – mariapaolabianchini@serenamenteonlus.it );

4. Narrazioni non convenzionali come esperienze di vita, saperi concreti, arte e cultura del cibo, comunità migranti, discipline orientali (a cura di Nina Iadanza – nina.iadanza@hotmail.it);

5. Banchetti per baratto di libri e altri oggetti (a cura di Brunella Severino – b.severino@inwind.it );

6. Banchetti espositivi di produttori locali e di artigiani (ecovicino@yahoo.it);

7. Bacheca barattaria delle offerte/richieste di oggetti e tempo da scambiare per recuperare uno scambio, anche emozionale, capace di quella coesione territoriale che viene meno quando lo scambio è realizzato tramite il web, efficiente ma “aterritoriale” (a cura di Lorenza Canzanella – lorenzo.canzanella@gmail.com);

8. Compilazione del questionario sulle “specificità non professionali” da rilevare in ogni cittadino e da inserire nel sito di www.artempori.wordpress.com, per agevolare, nella popolazione, inclusione e complementarietà tramite una “cittadinanza attiva delle specificità extraprofessionali” (a cura di Rosita Carrozza – rositas81@gmail.com);

9. Distribuzione del segnalibro “PoeCivismo. Metodi responsabili per la fruizione delle iniziative responsabili”;

10. Distribuzione del segnalibro e del foglio sul SoldoCorto, buono sconto per un’economia condivisa e capace di resistere al sistema sovraterritoriale che sottrae redditi, coesione e identità ai cittadini.

Per partecipare alla cenaBaratto è richiesto che ognuno da casa porti per sé le stoviglie (piatto, forchetta, coltello e bicchiere non monouso) per ridurre al massimo l’utilizzo di stoviglie monouso: chi dovesse dimenticarle, pagando un euro potrà ricevere dal noi un kit di stoviglie monouso biodegradabili.

Aziende agricole corte promotrici dell’iniziativa, tutte fornitrici del GAS Arcobaleno, sono quella di Donato Callisto (ortaggi), La Carrucola di Anna Russo (ortaggi), Macchia del rovo di Domenico Perito (allevamento e caseificio aziendale), Mara Savoia (allevamento e caseificio aziendale), Masseria Olivola (olio extravergine di oliva bio), Mustilli (wine & culture), Oro del Sannio SpigaBruna Bio (pasta senatore cappelli), Terraculta di Rita Parente (sottoli naturali), Terramica di Rocco Albanese (ortaggi naturali).

Altri soggetti sostenibili promotori dell’iniziativa sono il Caff’Emporio (Caffetteria bio e a km zero ed Emporio del commercio equo), la libreria indipendente Masone, Natura amica (negozio di prodotti naturali), Aikikai – Scuola delle 7 lame  (Benevento – scuola di aikido).

.
Obiettivi dell’iniziativa

La Notte di Resistenza libraria e barattaria nasce per reagire alla crisi economica che colpisce i territori ma anche per limitare l’omologazione dei gusti artistici e degli altri consumi: agevolare un’economia condivisa e relazionale per contrastare l’economia finanziaria e sovraterritoriale che sottrae reddito e identità ai cittadini e ai territori.
La crisi dell’attuale modello culturale/economico diventa opportunità per una cittadinanza protagonista di un nuovo paradigma relazionale capace di nuova economia, di coesione sociale e felicità diffusa.

Questo cambiamento necessita di una cittadinanza artistica/economica non delegata che inizia da una fruizione artistica responsabile e che prosegue nei micro processi economici quotidiani, tramite la condivisione di beni (baratto e usato) e dell’economia (consumi locali e responsabili).

Considerando il Manifesto del PoeCivismo, qui si incentiva il passaggio da una fruizione estetica delle emozioni subite a una fruizione etica delle emozioni, in quanto agite in prima persona e capaci di cambiamento nel mondo.

Per la locandina in formato pdf clicca su: Notte resistenza libraria barattaria 2013

Notte-resistenza-libraria-barattaria-2013b

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...