Senzatomica a Napoli

locandina-senzatomica[Aggiornamento: la mostra è stata prorogata fino a domenica 24 mattina!]

Qualche anno fa sono stato a Cava de’ Tirreni a sostenere la mostra Senzatomica,
partecipando nel ruolo di “cicerone”. Era marzo 2014 per la precisione, e si trattava della versione “compact”. Quest’anno lo stesso evento ma in versione integrale, si sta tenendo a Napoli, nello splendido scenario di Castel Sant’Elmo. Presente dal 17 marzo al 17 aprile (ora prorogata fino a domenica 24 mattina), la mostra mantiene le sue caratteristiche e lo spirito con cui nasce: informa, incoraggia, è GRATIS.

Promossa dalla Soka Gakkai Internazionale (organizzazione laica buddista) l’evento sta facendo da diversi anni letteralmente il giro del mondo. A metterlo in piedi e portarlo avanti sono gli stessi membri, persone comuni che nella modalità del volontariato si sono attivate dal trovare la location, al contattare le scuole, dall’allestimento grafico, al montaggio e funzionamento di tutta la struttura, dall’accoglienza alla guida del percorso di visita. E’ grazie insomma a questa enorme rete di persone che Napoli ora sta ospitando la media di quasi 1000 persone al giorno scolaresche, famiglie, adulti in almeno 5 lingue diverse.

Fine della mostra è quello d’informare i visitatori perché ci si possa, tutti insieme, orientare verso un mondo in cui le bombe atomiche siano “illegali” oltre che “immorali”, proprio come è stato fatto con le armi biologiche e chimiche in precedenza. Ma come? Il sottotitolo dell’evento recita “trasformare lo spirito umano per un mondo libero da armi nucleari”; la chiave per il successo infatti siamo noi. Il visitatore viene guidato a scoprire quanti passi in avanti siano stati già fatti dal dopoguerra ad oggi, quanti traguardi ancora si possono raggiungere insieme e sopratutto che ognuno è protagonista nei propri “tanti piccoli conflitti quotidiani”.

La versione integrale lì presente offre 2 percorsi ben distinti: per adulti, per bambini. La seconda, spesso “sbirciata” anche dagli adulti, dopo i pannelli ha una grande sala dove i bambini giocano, assistono a spettacoli teatrali a tema, imparano gli origami e dove trovano una miriade di pennarelli colorati per lasciare il proprio pensiero che trova posto assieme alle altre centinaia di chi è passato prima di loro.

origami1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...